TORNEO “AMICI DI DON BOSCO”: IL QUINTO POSTO NON RENDE MERITO AGLI AZZURRI.

Alessandria – Mercoledì primo maggio gli Esordienti Primo Anno dell’LG Trino hanno preso parte al torneo “Amici di Don Bosco”, organizzato dall’ASD Don Bosco Alessandria. Come di consueto, la manifestazione si è svolta in totale serenità. L’oratorio dei salesiani di corso Acqui è sempre teatro di giornate all’insegna dello sport, della correttezza e dell’educazione. Nove squadre al via, divise equamente in tre gironi. Gli azzurri di mister Busnengo erano inseriti nel girone “grigio”, al pari di Spartak San Damiano ed Alfieri Asti. Esordienti 2007 quasi al completo: assente Giugliano e convocato il classe 2008 Aaron Sudano. Il rapido attaccante dei Pulcini è sceso in campo nella formazione titolare che ha debuttato nel torneo affrontando lo Spartak San Damiano. Condurache, Virga, Troplini, De Rosa, Amante, Gaita, Conti e Ferraris hanno completato lo schieramento trinese. La partita fin dall’inizio si è rivelata alquanto complicata. Squadre corte ed equilibrate, che si sono date battaglia soprattutto a centrocampo. Al primo minuto un tiro-cross di Conti per poco non inganna il portiere avversario. Al terzo azione in velocità Sudano-Gaita-Conti con pallone spostato da sinistra verso destra. La conclusione del numero sette azzurro viene parata a terra dal numero uno astigiano. Chiavegati per Sudano al minuto 14. Corner per il Trino al ventesimo e mischia in area piccola con la sfera che non vuol saperne di entrare. Al 23’ Gaita conclude sull’esterno della rete ed al 24’ il destro di Ferraris sibila accanto al palo. Allo scadere punizione di Amante deviata in angolo dal portiere dello Spartak. Lo zero a zero sta stretto agli azzurri. Si va ai rigori. Lo Spartak sbaglia il primo (parata di Condurache), ma non fallisce i restanti due. Nel frattempo i tiri dal dischetto di Virga e Ferreira vengono neutralizzati dal portiere rosso-blu. E’ una sconfitta che lascia tanto amaro in bocca. L’occasione per riscattarsi arriva immediatamente. Trino-Alfieri Asti è davvero una gran bella partita. Gaita in avvio costringe il portiere ad una difficile deviazione in angolo. Dalla bandierina il pallone spiove in area e De Rosa al volo impatta benissimo. Il suo destro è rimpallato con fortuna dalla difesa bianco-rossa. All’ottavo contropiede di Gaita, uscita del portiere e pallonetto che termina a lato. Al nono si vede l’Alfieri. Punizione dalla sinistra e parata in corner di Condurache. La miglior occasione azzurra giunge all’undicesimo. Calcio d’angolo e pallone che danza in area piccola senza che venga toccato dagli attaccanti trinesi. Al 13’ Gaita in contropiede allerta la difesa avversaria ed al 23’ Condurache salva tutto con una parata da campione (situazione di uno contro uno). Ancora un risultato ad occhiali, Ancora una soluzione ai rigori. Condurache è carico a mille e ne para due su due. Ferraris e Conti scaricano in rete tutta la rabbia di una squadra che avrebbe meritato di più in relazione a ciò che ha proposto. La vittoria per 1-0 dell’Alfieri Asti sullo Spartak definisce una classifica che relega gli azzurri al girone “argento”, quello che assegna la quarta, la quinta e la sesta posizione. Avversari dell’LG Trino sono la Valenzana Mado e la Cheraschese. Lo scontro diretto tra valenzani e cuneesi termina con la vittoria di quest’ultimi con il punteggio di due a zero. Il Trino affronta per prima la Valenzana Mado. Il caldo inizia a farsi sentire e gli azzurri giocano con intelligenza, occupando per 25 minuti la metà campo avversaria. Giro palla preciso e veloce, che porta a costruire una infinità di occasioni da gol. Purtroppo oggi la palla fatica ad entrare ed è un peccato perché dal punto di vista del gioco Virga e compagni sono stati quasi perfetti. Tambureggiante assalto azzurro al primo minuto. Ferreira crossa per Conti che colpisce di collo pieno esaltando le qualità del portiere avversario. Sulla respinta Ballanca, schierato come punta centrale, viene anticipato in calcio d’angolo. Lo stesso Ballanca al minuto tre conclude alto sulla traversa un contropiede molto interessante. Al sesto azione capolavoro del Trino, con miracolo del numero uno della Valenzana su Ballanca. Al settimo Conti pennella un traversone che Enea impatta in maniera perfetta: traversa piena! La rete è nell’aria ed arriva all’ottavo minuto. Ballanca da destra effettua un traversone basso che taglia fuori tutta la difesa rosso-blu. Ferraris in anticipo sul primo palo, insacca. A questo punto il Trino si è tolto il peso del gol e gioca più sciolto. Al nono Ferrerira scarica sul portiere in uscita. Al 17’ De Rosa dal limite sfiora la traversa della Mado. Gaita per Conti (18’) e parata in due tempi del numero uno avversario. Al 19’ fallo su Sudano e punizione dal limite calciata da Ferraris: pallone a lato di un niente dopo una deviazione della barriera. La vittoria trasforma Trino-Cheraschese nella finale per il quarto posto. Match equilibrato che mister Busnengo inizia schierando Condurache, Ballanca, Troplini, Virga, De Rosa, Amante, Ferraris, Ferreira e Conti. Al primo minuto uscita a valanga di Condurache che evita il peggio. Al quarto fallo su Conti lanciato a rete e punizione di Amante che lambisce il montante. All’ottavo corner della Cheraschese e colpo di testa centrale che scheggia la traversa. Al minuto 11 Conti conquista un’altra punizione dal limite dell’area. Questa volta calcia Ferreira ma la barriera respinge. Al quindicesimo, prima di un calcio d’angolo per la Cheraschese, Sudano e Gaita sostituiscono Ferreira e Ballanca. Pallone che spiove all’altezza del primo palo e uscita di Condurache. La presa non è salda e la sfera scivola in fondo al sacco. Incidente di percorso per il bravo portiere azzurro, tra i migliori comunque anche oggi (ha parato tre rigori!). Il Trino è sulle gambe, ma al minuto 22 costruisce l’azione del possibile pareggio. Sulla sinistra Sudano ne ubriaca due in dribbling e mette in mezzo un pallone che urla “gol”. La difesa cuneese anticipa Gaita e Ferraris e si salva miracolosamente. Il quinto posto degli azzurri arriva al termine di un torneo giocato molto bene. La squadra ha sviluppato una notevole mole di gioco e non ha conquistato il podio solo per l’imprecisione in area avversaria. Un solo gol fatto, ma anche un solo gol subito (addirittura con una sfortunata autorete). Non si può che dire “bravi” a questi ragazzi!

RISULTATI

LG Trino-Spartak San Damiano-0-0 (0-2 d.c.r.)

LG Trino-Alfieri Asti-0-0 (2-0 d.c.r.)

LG Trino-Valenzana Mado-1-0 (8’ Ferraris)

LG Trino-Cheraschese-0-1 (15’ aut.Condurache)

LG Trino: Condurache, Chiavegati, Troplini, Virga (Cap.), De Rosa, Amante, Gaita, Ferraris, Ferreira, Ballanca, Conti, Sudano. All: Busnengo.