UNA VITTORIA IMPORTANTISSIMA

18^ GIORNATA CAMPIONATO REGIONALE GIOVANISSIMI 2004

USD LG Trino-Borgosesia-2-1 (25’ Chiaria, 55’ Mora rig., 69’ Daniciuc)

USD LG Trino: Pala, Costa, Balocco, Marocco, De Silvestri, Masuero (Cap.), Miceli, Binotto, Zanoni, Chiaria, Daniciuc. A disp: Pitarresi, Reale (dal 3’s.t.), Buso (dal 17’s.t.), Farè (dal 32’s.t.), Palazzo (dal 34’s.t.). All: Spartera.

Borgosesia: Trentinella, Godi, Croso, Cerminara (Cap.), Mbow, Lataoui, Mora, Franco, Siragusa, Bresciani, Francini. A disp: Bovolenta, Bonazzi (dal 22’p.t.), Trejo Cardenas (dal 32’s.t.), Boccardo (dal 7’s.t.), Biondi (dal 29’s.t.), Tricerri (dal 17’s.t.). All: Pagani.

Primo tempo: USD LG Trino-Borgosesia-1-0

Corner: USD LG Trino-Borgosesia-3-2

Ammonizioni: USD LG Trino-Borgosesia-3-2 (Balocco 30’p.t., Mbow 5’s.t., Reale 20’s.t., Farè 35’s.t., Boccardo 35’s.t.)

Espulsioni: USD LG Trino-Borgosesia-0-0

Trino – La gara tra LG Trino e Borgosesia, valevole per la diciottesima giornata del campionato regionale, era molto di più che una semplice rivincita. Il 5-2 subito all’andata chiedeva vendetta, ma la classifica assumeva un’importanza superiore perché le due formazioni, separate da una sola lunghezza, navigavano entrambe nelle acque torbide della zona retrocessione. Gli azzurri devono fare a meno di Oudadess (squalificato) e del duo Fall-Rissone (entrambi ko per l’influenza). Convocati tre ragazzi del 2005 (Marocco, Miceli e Zanoni), tutti catapultati nell’undici di partenza. Prima del fischio iniziale è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del Centro Sportivo del Flamengo. Memore del secondo tempo del match di andata, mister Spartera schiera la squadra con un offensivo 4-3-3. Davanti ad Alessio Pala ci sono Costa, De Silvestri, Balocco e Marocco. A centrocampo giostrano Miceli, Masuero e Binotto, mentre in attacco si muove il trio Zanoni, Chiaria, Daniciuc. La scelta tattica indirizza la gara su un canovaccio difficile da sostenere. Se da una parte la difesa granata soffre la situazione di tre contro tre, dall’altra il centrocampo ospite è sempre in superiorità numerica. Restare corti è l’unica soluzione da adottare e nel primo tempo il Trino riesce nell’impresa. Al quarto lancio preciso di Costa per Daniciuc. Il bomber controlla e si gira in un fazzoletto, ma la conclusione è centrale ed è respinta da Trentinella. All’ottavo il Borgosesia ha una grossa occasione con Bresciani, ma la spreca con un tiro debole e centrale che non crea problemi a Pala. Al dodicesimo Zanoni si libera bene in attacco e serve un pallone d’oro a Daniciuc. Gabriel si fa trovare più avanti rispetto alla sfera e, dentro l’area piccola, prova a rimediare colpendo di tacco. La difesa del Borgosesia, anche se in affanno, libera. Il contropiede granata è micidiale al tredicesimo. Siragusa conclude alto da ottima posizione. Al minuto 18 un fortuito scontro a centrocampo tra e Seilvestri e Franco, mette ko il giocatore del Borgosesia. Al suo posto entra Trejo. Al 24’ Costa calcia dalla bandierina e Daniciuc in corsa e di prima intenzione, spara malamente di destro. Al 25’ il match si sblocca. Chiaria recupera palla sulla tre quarti, si mette in proprio e con un destro dal limite indovina l’angolino basso: 1-0. Il Trino potrebbe raddoppiare al 29’. Azione in velocità Chiaria-Daniciuc con destro di Gabriel di poco alto sulla traversa. Al 33’ Costa dalla bandierina del corner colpisce in pieno il palo. Si va al riposo con gli azzurri meritatamente in vantaggio. Al secondo minuto della ripresa il Trino rischia di rimanere in dieci. Balocco, già ammonito, ferma con le cattive un avversario al limite dell’area. L’arbitro lo grazia e Bresciani non inquadra lo specchio calciando malamente. Mister Spartera corre a ripari inserendo Reale al posto di Balocco e spostando De Silvestri al centro della difesa. Il forcing del Borgosesia prosegue. Bresciani ci prova con un preciso rasoterra deviato in angolo da Pala. La squadra di casa è spezzata in due tronconi e mister Tiziano sostituisce Zanoni con Buso passando ad un centrocampo a quattro. Al sedicesimo Costa dalla bandierina obbliga Trentinella ad un intervento miracoloso. Sulla palla vagante all’altezza del secondo palo, Daniciuc è in ritardo. Punizione di Costa al 18’ e sinistro al volo di Daniciuc che sfiora la traversa. Con il nuovo assetto gli azzurri soffrono meno, ma al ventesimo da una fuga sulla destra nasce il pareggio granata. Reale entra in ritardo e l’arbitro decreta il rigore ammonendo il terzino azzurro. Dal dischetto Mora spiazza Pala e fa uno a uno. I padroni di casa provano a vincerla. Azione di Chiaria sulla destra e cross preciso per la testa di Daniciuc. Il bomber arriva scoordinato e si mangia un gol già fatto. I cambi operati dalle due panchine spezzettano il gioco. Farè sostituisce Reale ammonito e al minuto 33 il Borgosesia conclude in porta con Mora. Pala è attento e rinvia prontamente. Sulla palla vagante la difesa ospite sembra in anticipo, ma Daniciuc caparbiamente si infila tra due maglie granata sfruttando un rimpallo e scarica in diagonale il destro della vittoria: 2-1. Nei due minuti di recupero vengono ammoniti Farè e Boccardo per reciproche scorrettezze. Poi, finalmente, arriva il soave suono del triplice fischio. Costa e Marocco i migliori in campo nelle file degli azzurri. Con questi tre preziosissimi punti gli azzurri possono prepararsi con rinnovata fiducia al recupero di martedì prossimo. Alle 18.30 è prevista la gara in trasferta con l’Alfieri Asti. Un altro spareggio-salvezza.