I GEMELLI DEL GOL

GARA AMICHEVOLE: USD LG Trino-Concordia-3-1 (5’Zanoni, 28’Gaye, 29’Zanoni, 54’Concordia)

USD LG Trino: Mantovani, Cerrato, Marocco, Draganescu, Patti, Pancallo, Cosenza, Bellezza, Gaye, Miceli (Cap.), Zanoni. A disp: Giordano (dal 26’p.t.), Mantovani B.(dal 1’s.t.), Aberqi (dal 1’s.t.), Gamra (dal 1’s.t.), Ungurianu (dal 1’s.t.). All: Spartera-Ribaudo.

Primo tempo: USD LG Trino-Concordia-3-0

Corner: USD LG Trino-Concordia-2-1

Ammonizioni: USD LG Trino-Concordia-0-0

Espulsioni: USD LG Trino-Concordia-0-0

Trino (VC) – Tra le formazioni più rinnovate della LG Trino troviamo sicuramente quella dei Giovanissimi 2005. Gli azzurri di Spartera e Ribaudo si sono allenati in settimana e nella mattinata di domenica 2 settembre hanno affrontato in amichevole i pari età del Concordia, team milanese di tutto rispetto. Assurdo chiedere cose particolari a questi ragazzi. L’obiettivo era conoscersi e rompere il ghiaccio giocando per la prima volta con uno schieramento ad 11 elementi. Il Trino ha proposto un interessante 4-3-3 con Benjamin Mantovani tra i pali, Draganescu-Patti-Marocco-Cerrato in difesa, Pancallo-Miceli-Bellezza in mediana e Cosenza-Gaye-Zanoni in attacco. Ben presto la fisicità del centrocampo ospite ha obbligato mister Spartera ad arretrare Paolo Cosenza per dare una mano ad un trio tecnicamente dotato, ma che per forza di cose pagava sotto il profilo fisico. La prima azione pericolosa è dei padroni di casa. Al quinto Bellezza (il più giovane in campo) ruba palla sulla tre quarti e verticalizza per Zanoni. Il bomber mette la quarta, supera l’avversario e scarica un diagonale rasoterra nell’angolino: 1-0. Zanoni si ripete un minuto più tardi ma il portiere lombardo gli nega la doppietta. Al dodicesimo Miceli serve Cosenza che al volo impegna il numero uno ospite. Al 23’ si vede il Concordia con una conclusione dalla distanza che termina alta. Al 26’ Giordano rileva Cerrato con conseguente arretramento di Cosenza sulla linea dei terzini. Al 28’ contropiede da favola innescato da Zanoni. L’assist per Gaye è perfetto e il bomber siede il portiere e deposita in fondo al sacco a porta vuota: 2-0. Prima del riposo arriva il tris. Zanoni segna ancora e la rete sembra il copia-incolla della prima. Nella ripresa entrano sul terreno di gioco Ungurianu, Aberqi, Benedetto Mantovani e Gamra. Tutti hanno assolto i loro compiti tattici alla perfezione, ma il ragazzo proveniente dal Marocco (Munir Gamra) si è rivelato un’autentica sorpresa per come ha dato fibra e sostanza al centrocampo azzurro. Al quarto parata in uscita di Mantovani. L’ex Scuole Cristiane si ripete al nono con un intervento da urlo. Nel mezzo (quinto minuto) rasoiata di Giordano ribattuta da un difensore. All’undicesimo Ungurianu sfiora il poker concludendo sul portiere e al 24’ il Concordia segna il meritato gol della bandiera. Lancio in profondità e tocco preciso (pallonetto) che supera Mantovani. L’ultimo brivido lo provoca Aberqi che colpisce al volo di destro spedendo la sfera ad un palmo dal montante. Come prima uscita lo staff tecnico può dirsi soddisfatto. C’è da lavorare, ma il materiale a disposizione è di assoluto valore. Se il trio meraviglia di centrocampo sarà adeguatamente supportato… con i nuovi gemelli ci sarà da divertirsi.